Sei qui

Museum of the Future: l’innovazione ha una sua ‘casa’

'In Cibum': la cattedrale del cibo è al sud - image h_74630_01 on http://www.designedoo.it31/01/2020 – Una casa permanente delle più grandi innovazioni del mondo, il Museum of the Future è uno spazio espositivo per idee, servizi e prodotti innovativi e futuristici. Il museo, progettato da Killa Design, studio vincitore del concorso del 2015, e da Buro Happold Engineering come principale consulente, oltre ad essere una struttura iconica, sarà anche una piattaforma per workshop specializzati, ricerca scientifica, conferenze e test dei prototipo delle ultime invenzioni e nuove startup.

Situato nel cuore del quartiere finanziario di Dubai, adiacente alle Emirates Towers e a 5 minuti di auto dal Dubai Mall, il Museum of the Future è composto da tre elementi principali: una collina verde, l’edificio e il vuoto.
La collina verde rappresenta la terra, con le sue radici nel luogo, nel tempo e nella storia.
L’edificio che si erge al di sopra della collina e della linea della metropolitana, rappresenta il genere umano, con la sua forza..
Continua a leggere su Archiportale.com

Leggi

Chiude la scuola di architettura di Frank Lloyd Wright

'In Cibum': la cattedrale del cibo è al sud - image h_74628_01 on http://www.designedoo.it31/01/2020 – Dopo 88 anni dalla sua apertura, The School of Architecture at Taliesin (SoAT) termina la sua attività. La notizia è stata annunciata ieri tramite un comunicato stampa nel quale si leggono i motivi della chiusura. 

Fondata come Frank Lloyd Wright School of Architecture nel 1932, la scuola è stata ribattezzata School of Architecture at Taliesin nel 2017 dopo essersi formalmente staccata dalla Frank Lloyd Wright Foundation. 
Il comunicato stampa riporta che la chiusura è dunque dovuta alla sua incapacità di “raggiungere un accordo” con la Frank Lloyd Wright Foundation, organizzazione incaricata di preservare l’eredità dell’architetto, che ha mantenuto la proprietà dei suoi locali.
I 30 studenti attualmente iscritti alla SoAT alla fine del semestre primaverile saranno dunque trasferiti nel vicino Herberger Institute for Design and the Arts dell’Arizona State University. 

“Questo..
Continua a leggere su Archiportale.com

Leggi